IMPERMEABILIZZAZIONE DI UNA COPERTURA O DI UNA TERRAZZA MEDIANTE POSA A SECCOIMPERMEABILIZZAZIONE DI UNA COPERTURA O DI UNA TERRAZZA MEDIANTE POSA A SECCOIMPERMEABILIZZAZIONE DI UNA COPERTURA O DI UNA TERRAZZA MEDIANTE POSA A SECCO

tessuti sintetici (poliolefine o PVC) alternativi alla guaina bituminosa.

In caso di ripristino di una vecchia guaina (o per la nuova realizzazione di un tetto) è possibile optare per l’intervento di posa con manto sintetico senza dover rimuovere la guaina esistente. Tale intervento è caratterizzato da:
  • manutenzione più facile 
  • reversibilità dell’intervento
  • maggiore durabilità

1. Preparazione del piano di copertura: l’elemento portante di supporto (vecchia guaina) dovrà essere reso liscio, pulito, asciutto, con angoli e spigoli regolari mediante pulizia iniziale. Inoltre, si dovrà verificare la pendenza del piano. Nel caso questa non sia almeno del 1% si dovrà intervenire puntualmente realizzando piani opportunamente inclinati.

2. Posa Strato di Compensazione: Fornitura e posa di strato di compensazione realizzato con tessuto non tessuto di polipropilene 100% isotattico, ottenuto mediante coesionamento meccanico per agugliatura, stabilizzato termicamente con esclusione di colle, termocoesionato, modello SARNAFELT PP del peso di 400 g/m2. Imputrescibile, resistente ai microrganismi ed ai roditori avente le seguenti caratteristiche:
  •          Colore: multicolore;
  •          Lunghezza: 50,00 m;
  •          Larghezza: 2,00 m;
  •          Spessore (con carico 2 kPa): 2,6 mm (- 20 %), secondo norma EN ISO 9863;
  •          Massa areica: 400 g/m2, secondo norma EN ISO 9864;
  •          Permeabilità normale al piano, VlH50: 65 mm/s (- 30 %), secondo norma EN ISO 11058;
  •          Apertura caratteristica O90: < 100 m, secondo norma EN ISO 12956;
  •          Resistenza a trazione, longitudinale: 10,0 kN/m (- 20 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Resistenza a trazione, trasversale: 16,0 kN/m (- 20 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Allungamento a carico massimo, longitudinale: 95 % (- 30 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Allungamento a carico massimo, trasversale: 85 % (- 30 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Resistenza al punzonamento statico (test CBR): 2,2 kN (- 20 %), secondo norma EN ISO 12236;
  •          Perforazione dinamica cone drop test: 15 mm (+ 20 %), secondo norma EN ISO 13433;
  •          Previsione di durabilità: Minima di 25 anni in terreni naturali con PH tra 4 e 9 ed una temperatura del suolo minore di 25*C, secondo norma ENV ISO 13438;
  •          Produzione con sistema di qualità certificato secondo norma  ISO 9001 e ISO 14001;
  •   Certificazione CE secondo norme EN 13249/ 13250/ 13251/ 13253/ 13254/ 13255/13256/13257/13265.
  •          Posa a secco con sovrapposizione dei teli di 10 cm.
Lo strato dovrà essere risvoltato lungo la parete verticale per almeno 15 cm.
3. Posa Strato di Impermeabilizzazione:
Fornitura e posa in opera di manto impermeabile sintetico realizzato in “lega” di poliolefine flessibili (FPO) di elevata qualità, con armatura in velo vetro, monostrato non prelaminato, resistente ai raggi UV, modello SARNAFIL TG 66-15 spessore 15 mm, ottenuto in monostrato mediante procedimento di spalmatura diretta per estrusione in unico passaggio sulle due facce dell’armatura avente le seguenti caratteristiche:
  •                    Superficie: liscia;
  •          Colore faccia superiore: beige;
  •          Colore faccia inferiore: nero;
  •          Difetti visibili: Conforme, secondo norma EN 1850-2;
  •          Lunghezza: 20 (-0 / +5%) m, secondo norma EN 1848-2;
  •          Larghezza: 2 (-0,5 / +1%) m, secondo norma EN 1848-2;
  •          Spessore: 1,50 (-5 / +10%) mm, secondo norma EN 1849-2;
  •          Massa areica: 1,50 (-5 / +10%) kg/m2, secondo norma EN 1849-2;
  •          Tenuta all’acqua, impermeabilità: Conforme, secondo norma EN 1928;
  •          Esposizione agli agenti chimici liquidi, acqua inclusa: Su richiesta, secondo norma EN 1847;
  •          Reazione al fuoco: Classe E, secondo norma EN ISO 11925-2, classificazione dopo EN 13501-1;
  •          Resistenza al taglio delle giunzioni (saldature): ≥ 500 N/50 mm, secondo norma EN 12317-2;
  •          Proprietà di trasmissione del vapore d’acqua: mu = 150.000, secondo norma EN 1931;
  •          Carico di rottura longitudinale: ≥ 9 N/mm2, secondo norma EN 12311-2;
  •          Carico di rottura trasversale: ≥ 7 N/mm2, secondo norma EN 12311-2;
  •          Allungamento a rottura longitudinale: ≥ 550%, secondo norma EN 12311-2;
  •          Allungamento a rottura trasversale: ≥ 550%, secondo norma EN 12311-2;
  •          Resistenza alla penetrazione delle radici: Conforme, secondo norma EN 13948;
  •          Stabilità dimensionale (longitudinale): ≤ ½0,2½ %, secondo norma EN 1107-2;
  •          Stabilità dimensionale (trasversale): ≤ ½0,1½ %, secondo norma EN 1107-2;
  •          Flessibilità a freddo: ≤ 30*C, secondo norma EN 495-5;
  •       Invecchiamento artificiale, tramite esposizione combinata di lunga durata alle radiazioni UV, alla temperatura elevata e all’acqua: Conforme, secondo norma EN 1297 (> 5.000 h);
  •          Esposizione al bitume: Conforme, secondo norma EN 1548;
  •          Produzione con sistema di qualità certificato secondo norma  ISO 9001 e ISO 14001;
  •          Certificazione CE secondo norma EN 13956, soddisfa i requisiti della norma SIA V 280.
  •           Avente elevata stabilità chimica, ampio spettro di resistenza alle sostanze di percolamento, avanzato profilo ecologico. Esente da composti alogenati, plastificanti , bitumi e metalli pesanti.
  •          Posa a secco con sovrapposizione dei teli di 10 cm.
  •          Saldatura per termo-fusione dei sormonti mediante apporto di aria calda con sistemi Sika-Sarnafil manuali ed automatici, previa preparazione/pulizia con Sarnafil T PREP.
Lo strato dovrà essere risvoltato lungo la parete verticale per almeno 15 cm.Tutte le saldature manuali dovranno essere realizzate in tre fasi:
  •          puntatura dei teli
  •          presaldatura con formazione di sacca interna
  •          saldatura dei teli
4. Strato di protezione: Fornitura e posa in opera di strato di protezione realizzato con tessuto non tessuto di polipropilene 100% isotattico, ottenuto mediante coesionamento meccanico per agugliatura, stabilizzato termicamente con esclusione di colle, termocoesionato, modello SARNAFELT PP del peso di 300 g/m2. Imputrescibile, resistente ai microrganismi ed ai roditori avente le seguenti caratteristiche:
  •          Colore: multicolore;
  •          Lunghezza: 50 m;
  •          Larghezza: 2 m;
  •          Spessore (con carico 2 kPa): 2,2 mm (- 20 %), secondo norma EN ISO 9863;
  •          Massa areica: 300 g/m2, secondo norma EN ISO 9864;
  •          Permeabilità normale al piano, VlH50: 85 mm/s (- 30 %), secondo norma EN ISO 11058;
  •          Apertura caratteristica O90: < 120 m, secondo norma EN ISO 12956;
  •          Resistenza a trazione, longitudinale: 6,5 kN/m (- 20 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Resistenza a trazione, trasversale: 10,0 kN/m (- 20 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Allungamento a carico massimo, longitudinale: 85 % (- 30 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Allungamento a carico massimo, trasversale: 85 % (- 30 %), secondo norma EN ISO 10319;
  •          Resistenza al punzonamento statico (test CBR): 1,5 kN (- 20 %), secondo norma EN ISO 12236;
  •          Perforazione dinamica cone drop test: 19  (+ 20 %), secondo norma EN ISO 13433;
  •          Previsione di durabilità: Minima di 25 anni in terreni naturali con PH tra 4 e 9 ed una temperatura del suolo minore di 25*C , secondo norma ENV ISO 13438;
  •          Produzione con sistema di qualità certificato secondo norma  ISO 9001 e ISO 14001;
  •   Certificazione CE secondo norme EN 13249/ 13250/ 13251/ 13253/ 13254/ 13255/13256/13257/13265.
  •          Posa a secco con sovrapposizione dei teli di 10 cm.
Lo strato dovrà essere risvoltato lungo la parete verticale per almeno 15 cm.

5. Fissaggio Meccanico Perimetrale: Fornitura e posa in opera di fissaggio meccanico lineare da posizionare lungo i perimetri e nelle zone di raccordo tra piano e verticale, conformemente a quanto raccomandato nella specifica norma per tetti piani SIA 271, formato da: 

– profili di fissaggio meccanico preforati, realizzati in acciaio al carbonio zincato sendzimir, spessore 2,0 mm, larghezza 30 mm, tipo SARNABAR.
I profili hanno specifica sezione che assicura elevata resistenza meccanica;
 – elementi di fissaggio idonei alla tipologia di supporto/struttura presente lungo i perimetri, minimo 4 pz/m (salvo verifica ed approvazione da parte di Sika- Sarnafil); 

– cordolo di contrasto antistrappo Ø 4 mm da posizionare mediante termo- fusione in adiacenza al profilo Sarnabar.
Questo fissaggio meccanico dovrà essere realizzato per evitare trascinamenti del manto impermeabile posato a secco, dovuti a deformazioni del supporto, movimento dell’isolante termico o di altri materiali sottostanti, in conformità con le raccomandazioni della norma SIA 271.

IMPERMEABILIZZAZIONE DI UNA COPERTURA O DI UNA TERRAZZA MEDIANTE POSA A SECCO

6. Quadrotti Su Supporti Strato Pedonabile: Fornitura e posa in opera di pavimentazione galleggiante realizzata con quadrotti di cemento con superficie in ghiaino lavato, modello rinforzato con tondino in diagonale.
Formato quadrotto: 50 x 50, 40 x 40 cm e posa a secco su specifici supporti sintetici, previa eventuale interposizione di strato di separazione.
Si precisa che le quadrotte in cemento potranno essere eventualmente sostituite con altre finiture (ceramica, legno, marmo).